1 Pagina iniziale > 2 Settori di attività > 3 Johnson & Johnson a sostegno della giornata della vaccinazione tra i deputati

Johnson & Johnson a sostegno della giornata della vaccinazione tra i deputati

Oltre 50 consiglieri, nazionali e degli Stati, si fanno vaccinare gratuitamente contro l’influenza.

Il 27 novembre, a Berna, si è tenuta la giornata della vaccinazione tra i deputati: in questa occasione, i consiglieri nazionali e i consiglieri degli Stati hanno avuto la possibilità di sottoporsi gratuitamente alla vaccinazione antinfluenzale. Non era mai successo che i rappresentanti del popolo assistessero contemporaneamente alla creazione del proprio libretto di vaccinazione elettronico. A promuovere l’iniziativa, l’azienda Johnson & Johnson.

La giornata della vaccinazione tra i deputati ha dato risultati eccezionali sotto più punti di vista:  vi hanno preso parte 57 parlamentari, tra uomini e donne, e per la prima volta grazie alla presenza della consigliera federale Doris Leuthard (in carica fino a fine 2018) l’evento ha visto la partecipazione di un rappresentante del governo.  Aderendo a questa iniziativa, i deputati non solo esercitano un ruolo esemplare, ma hanno anche meno probabilità di contrarre l’influenza.  I vaccini, infatti, riducono al minimo il rischio di contagio nonché il pericolo di andare incontro a eventuali complicazioni in caso di malattia.

Il consigliere nazionale Ulrich Giezendanner è certo della loro efficacia: «Io faccio il vaccino tutti gli anni e non ho mai avuto l’influenza. Credo che tutti i cittadini e le cittadine della Svizzera debbano farsi vaccinare.» La collega Isabelle Moret è dello stesso parere:  a suo dire, la vaccinazione sarebbe il modo migliore per proteggere i propri cari, specialmente i bambini e gli anziani.

Quest’anno l’iniziativa non si è svolta solo in nome del vaccino antinfluenzale; i partecipanti hanno infatti potuto richiedere l’elaborazione del proprio libretto di vaccinazione elettronico.  La proposta ha riscosso un grande successo. «Il libretto elettronico è un ottimo esempio di come oggi le moderne tecnologie rendano tutto più semplice. In questo modo posso tenere sempre sotto controllo le mie vaccinazioni e ho qualcosa che mi ricorda automaticamente quando è necessario un richiamo», spiega la consigliera nazionale Ruth Humbel.

A differenza di altri paesi dove è la regola, in Svizzera il libretto di vaccinazione elettronico è facoltativo.  Qui solo l’1,5 percento circa della popolazione ne ha uno.  Ora lo Stato ha intenzione di sponsorizzarlo attraverso la campagna nazionale per la promozione dei vaccini.

In qualità di azienda farmaceutica, Johnson & Johnson sostiene questa iniziativa, contribuendo così alla prevenzione sanitaria.

La giornata della vaccinazione tra i deputati viene organizzata sotto il patrocinio del Collegio di Medicina di Base (CMB), della Federazione dei Medici Svizzeri (FMH) e della Croce Rossa Svizzera (CRS).  Questa giornata fa parte dell’iniziativa GIORNATE SVIZZERE DELLA SALUTE, volta a sensibilizzare il pubblico in materia di prevenzione e promozione della salute.

Johnson & Johnson (Corporate) | www.jnj.com